Intervista con Ernesto Piccinelli, Segretario e Direttore del CT Gaeta

Da quanto tempo sei diventato socio del circolo. Come ti sei avvicinato al C.T.Gaeta?
Sono diventato socio del Circolo nel lontano anno 1972, quando l’ex Presidente Nicola Arciuli mi ha contattato per svolgere il ruolo di Segretario; dopo vari anni venni nominato Direttore del Circolo Tennis Gaeta.

Il tuo ruolo è di grande aiuto per il C.T.Gaeta in quanto segui la gestione della struttura a 360°. Ci racconti la tua giornata tipo.
La mattina, di solito, arrivo in Segreteria per le ore 8.30, dove controllo le varie pratiche burocratiche in scadenza e controllo lo stato dei campi giornaliero; il pomeriggio mi dedico della gestione dei Corsi invernali ed estivi del Circolo con l’importante aiuto dei maestri e, a volte entro in contatto con le varie problematiche dei soci, riguardanti le disponibilità dei campi e le varie richieste di tornei sociali ecc.

Sei anche un Giudice Arbitro? Come è nata questa passione?
Sono un Giudice Arbitro nazionale da circa 35 anni, è iniziato tutto da quando mi sono avvicinato al Circolo; i vari Tornei richiedevano la presenza di un direttore di gara e di un responsabile per il corretto svolgimento delle manifestazioni, cosicché ho partecipato ad un corso di formazione per Giudici Arbitri ed ho acquisito questa importante qualifica.

Il ricordo (aneddoto) più bello della tua esperienza al Circolo Tennis Gaeta.
Il ricordo più bello di tutta la mia esperienza è stato la gestione dei vari tornei internazionali che negli anni ’70 si svolgevano presso codesto Circolo, e contemporaneamente la gestione dei rapporti con i vari giocatori nazionali ed internazionali (Panatta, Bertolucci, Canè, Noah) che si avviavano alla carriera professionistica, in seguito un’altra grande esperienza è stata la gestione di un torneo con la Italo-American Tennis Fondation, la quale si occupava della formazione di ragazzi Italo-Americani di livello medio-alto.

Cosa ti attendi da questo 2016 appena iniziato?
Da questo 2016 mi attendo di risolvere alcune faccende burocratiche tra il Circolo e vari organi esterni, e spero vivamente che la Squadra di Serie C si dimostri all’altezza del Campionato che inizierà a fine Febbraio.