Intervista con Mino Monaco, membro del Consiglio Direttivo

Caro Mino, da quanto tempo fai parte  del CT Gaeta e come mai hai cominciato a frequentare i campi di via Annunziata…

Da oltre 10 anni e precisamente dal 2000/2001.

Nell’Associazione sei all’interno del Consiglio Direttivo ma hai un compito molto gravoso, quello di far quadrare i conti…Raccontaci come sta andando…

Bene ! I numeri sono il mio lavoro. Il tennis la mia passione. Far quadrare i conti non mi è quindi pesante.

Il tuo rapporto con il tennis, raccontaci quando è nata questa passione e come fai ad alimentarla?

La passione del tennis è nata sin da piccolo. Spesso associata a qualche grande campione di cui     ammiravo le gesta. E’ proseguita così (Lendl,Chang,Kuerten) e tuttora (Nadal).

Da vero appassionato sappiamo che hai frequentato come spettatore alcuni dei Tornei internazionali più belli. Raccontaci qualche aneddoto o esperienza che ti è rimasta impressa

Ho seguito i tornei più importanti negli ultimi 10 anni, abbinando una mini vacanza nelle città ove si svolgevano i tornei (Madrid,Rotterdam,Londra,Vienna,New York). Sono rimasto assolutamente sorpreso della correttezza degli atleti, dall’organizzazione e dall’assoluto piacere degli spettatori nel godere di uno spettacolo sportivo. Ed ho conosciuto l’ambiente e le città ove si teneva il torneo. Spesso ho anche parlato con qualche giocatore (Mahut,Rochus,Fognini,Pennetta,Stepanek etc.).

Il sogno di fare un torneo internazionale a Gaeta secondo te è così irraggiungibile?            

No. Non abbiamo nulla da invidiare a nessuno. E potremo sfruttare la simbiosi torneo/week end per promuovere le nostre bellezze. Credo sia un dovere della città e del CT Gaeta.