Lorenzo Rubino, racconta il suo passato e le speranze future

Lorenzo Rubino, racconta il suo passato e le speranze future

Ci piacerebbe sapere un po’ dei tuoi inizi, quando hai iniziato a giocare. E’ stato il tuo primo sport?

Prima di iniziare a giocare a tennis ho praticato il calcio per circa due anni. Verso i nove anni, grazie all’insistenza di mio padre che è il maestro del circolo tennis Gaeta, mi sono avvicinato al tennis e ho scoperto di essere molto portato per questo sport, che è diventato una vera  passione.

Da quanto tempo giochi per il Circolo tennis Gaeta. Che cosa hai trovato di particolare qui da noi…

Come ho detto prima ho iniziato a giocare a tennis a 9 anni, quindi ho passato metà della mia vita sui campi da tennis. Il circolo lo considero la mia seconda casa, un luogo nel quale mi sento a mio agio e benvoluto. Anche quando non mi alleno, trascorro al circolo molto tempo.

Sebbene il tennis sia uno sport prettamente individuale, le amicizie coltivate sul campo sono un fattore determinante per raggiungere i massimi risultati. Come è il tuo rapporto con il resto del team?

Il fatto che il tennis sia uno sport individuale non mi ha impedito di stringere amicizie importanti. Soprattutto quando ci si prefigge il raggiungimento di un obiettivo di squadra, dove sono previste anche sfide di doppio, essere in sintonia con i propri compagni di gioco può fare la differenza se vuoi davvero vincere. Ho la fortuna di frequentare i miei compagni di gioco anche fuori dal circolo. Con uno di loro,  Luca Paciello, amico fraterno, ho condiviso vari campionati giovanili, arrivando tra le prime 8 squadre della regione. Anche con il resto del team ho un ottimo rapporto e con loro  ho condiviso il traguardo tennistico più bello: la serie C.

Tra poco comincerà una nuova avventura, il campionato di serie C. Come vi state preparando?

Ci stiamo allenando duramente ogni giorno, alternando preparazione atletica e gioco sul campo. Nel mio caso l’impegno è doppio dovendo preparami anche per gli esami di maturità. Non vediamo l’ora di iniziare.

Pensi che la serie B sia solo un sogno?

No, non è un sogno. Non siamo arrivati fin qui per caso, cerchiamo di migliorare ogni giorno sapendo che la sfida che ci aspetta è molto ambiziosa. Quest’anno avremo con noi un nuovo giocatore, Giorgio Galimberti e bè … lui non ha certo bisogno di presentazioni.

Circolo Tennis Gaeta