Direzione Aprilia: spareggio per la promozione in D2

Oggi conosciamo più da vicino il team della D3 del CT Gaeta Coldwell Banker composto da Jacopo Bronco e Marco Poccia, quest’anno alla prima esperienza insieme ad un campionato FIT. Prima dell’estate hanno concluso il girone con una sola sconfitta qualificandosi quindi per il match spareggio valevole per l’accesso alla D2 contro il Tennis Club Fusco di Aprilia. In un’intervista doppia scopriamo i due alfieri del CT Gaeta.

Età?

JB: 17 anni, quasi 18. MP: 24 anni.

Da quanto tempo giocate a tennis?

JB: Gioco a tennis da quando ho 7 anni e purtroppo ho lasciato per due anni. Poi ho ripreso, mi piace moltissimo questo sport! MP: da circa quattro anni e mezzo.

Classifica FIT?

JB: al momento sono 4.5 ma mi mancano poco punti per passare 4.1. MP: attualmente 4.3, con la vittoria di un match potrei salire a 4.2

Giocatore preferito e perchè?

JB: Il mio giocatore preferito è sempre stato Roger Federer “The King” . Amo il suo tennis, gioca come nessuno al mondo, è un grande modello dentro e fuori dal campo per me è il tennista più grande della storia. È il mio preferito.  MP: Ne ho svariati, però se devo sceglierne uno direi David Ferrer, giocatore spagnolo a lungo Top Ten. Adoro la sua grinta, credo sia un esempio per tutti, perché non avendo talento puro, è riuscito attraverso il durissimo lavoro fisico e mentale ad essere tra i protagonisti di questo sport.

Come vi siete trovati quest’anno insieme? Sembrate molto affiatati…

JB: Con Marco ci conosciamo da tanto tempo e siamo molto amici. Questa grande amicizia è infatti l’arma in più. Arriviamo da 3 vittorie e una sconfitta ci stiamo allenando tanto per passare in D2 domenica prossima. Daremo tutto ciò che è in noi. MP: Ci conosciamo da un po’…Sono anni che ci alleniamo insieme, è un ottimo compagno per palleggiare, ha una palla molto pulita! C’è un ottima intesa fra di noi in campo.

Aneddoto che ti piacerebbe raccontare del tuo compagno di squadra?

JB: Più che un aneddoto vorrei solo dire che il mio compagno è sempre in ritardo quando dobbiamo fare gli allenamenti! MP: Ricordo il nostro primo match in D3, avevo perso nettamente il primo set. Incrociando il suo sguardo mi ha incitato a non mollare e a stare lì punto su punto. Devo a lui quella vittoria…

Un colpo o una caratteristica tecnica che ha il tuo compagno e che tu vorresti inserire nel tuo bagaglio tecnico…

JB: Vorrei inserire nel mio bagaglio tecnico la sua solidità da fondo visto che lui è praticamente un muro. Secondo me assomiglia molto a Roberto Bautista Agut. MP: Sicuramente vorrei avere la sua pesantezza di palla, soprattutto dal lato del rovescio…tira davvero forte!

Un sogno nel cassetto nel mondo del tennis?

JB: Il mio sogno è sempre stato quello di diventare un giocatore a tutti gli effetti. Da piccolo ero una buona promessa e lo dico senza alcuna presunzione, purtroppo questo sport comporta tanti sacrifici e ad un certo punto della mia vita ho gettato la spugna perché non ne potevo più. Con il passare degli anni la passione per il tennis però non è mai scemata ed è da due anni che ho ripreso a giocare con regolarità. Adesso mi sento bene mi sto allenando molto. Adesso però testa alla partita di domenica, sarà una battaglia ma sono convinto che vinceremo. FORZA!!! MP: Mi piacerebbe nel giro di qualche anno, raggiungere la seconda categoria. E l’obiettivo che mi sono prefissato da quando gioco a tennis. Nonostante l’inizio in tarda età, voglio provarci con tutte le mie forze!

Grazie per le vostre risposte ed ora non rimane che farvi un grande in bocca al lupo. Appuntamento domenica 1 Ottobre a partire dalle 10.00 sui campi del Tennis Club Fusco…

Forza Ragazzi!!!!